Archivi tag: made in Italy

If you speak Fashion, you speak Italian: una buona iniziativa.

Sono queste le settimane delle passerelle della moda. Si è iniziato con Firenze e il suo Pitti e si prosegue in grande stile con Milano. E le sfilate non finiscono qui ma continueranno in tutte le capitali internazionali della moda, Parigi, Londra, New York… E come sempre questi eventi saranno le migliori vetrine per il made in Italy di questo settore, uno dei più amati e ammirati.

In questo contesto è giusto parlare della campagna “If you speak fashion, you speak italian” dedicata agli Stati Uniti d’America e promossa dall’ICE, l’Istituto italiano per il Commercio Estero, e ovviamente dal Ministero dello Sviluppo Economico che ha stanziato 10 Milioni di Euro per una promozione straordinaria negli USA del Made in Italy (3,5 Milioni di Euro destinati solo al settore moda).

La campagna è iniziata da qualche mese e continua in questi mesi per rilanciare il made in Italy sul primo mercato extraeuropeo di riferimento, gli USA.

La campagna si fa forte della collaborazione del gigante americano dell’editoria Hearst, della bellezza di Eva Riccobono e del fascino di Roma che fa da sfondo alla campagna. Tutto per conquistare retailer e consumatori americani.

Date un’occhiata al sito Life in I Style, che presenta il progetto nel suo completo e dimostra organizzazione e programmazione, quello che ci vuole per fare un buon progetto di nation branding.

Luca Taddei

Italianità e internet: il segreto sta nel .it

registro_it_logo_2009

Esiste una sorta di anagrafe dei domini italiani gestita dal Cnr, il Consiglio Nazionale delle Ricerche. E secondo una indagine sulla conoscenza e sull’utilizzo della rete condotta dalla società Pragma per conto dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr più o meno tutti in navigatori d’Italia associano a Internet prima di tutto il suffisso .it .

L’indagine condotta da Pragma è volta a delineare lo scenario dal quale prenderà il via proprio fra pochi giorni la campagna di comunicazione di Registro.it .

La campagna di Registro .it è molto interessante, nell’ottica di Italian Branding, in quanto la prima parola chiave della campagna è italianità.

Secondo la campagna di Registro.it  l’italianità si esprime in concreto nel mondo della rete attraverso il dominio .it e quindi rappresenta la scelta migliore per chi lavora con il made in Italy.

Insomma il .it è il simbolo dell’Italia nel mondo del web e permette, in senso simbolico, una territorializzazione dei siti che utilizzano questo dominio.

E i nomi dei siti a dominio .it possono essere intesi sia come bene aziendale a tutti gli effetti sia come vero e proprio simbolo del made in Italy.

Insomma in quel .it può esserci tutta l’Italia, tutto il suo lifestyle e tutta la cultura imprenditoriale del Bel Paese! E questo non può che portare il luogo Italia a vivere nel non-luogo del web!

Affascinante, non trovate?

Luca Taddei