Archivi tag: nation building

Branding Kosovo: ecco il film!

branding kosovo

Vi ricorderete un post di qualche tempo fa sul brand Kosovo. Avevo posto la mia e vostra attenzione sulla possibilità di farsi forza delle strategie di branding per i processi di nation building.

Il branding può essere la via del nation building contemporaneo e anche di tutte quelle attività di promozione e di competizione di cui gli Stati possono fare tesoro per migliorare le proprie potenzialità economiche e politiche.

Il caso del Kosovo è sicuramente molto di nicchia ma può dare il senso di queste potenzialità proprio per la sua particolarità.

Diego Hurtado de Mendoza, che in Italia ha lavorato per Fabrica, è stato in Kosovo nei giorni dell’ indipendenza e ha intervistato i protagonisti di quel momento storico: personalità politiche, ex-capi della guerriglia fino ai finalisti e al vincitore del concorso per realizzare la bandiera e i direttori d’orchestra che hanno composto il nuovo inno nazionale.

Ne è venuto fuori un film-documentario, Branding Kosovo, che ci aiuta a capire come il Kosovo costruisse il proprio brand sotto la supervisione della comunità internazionale, l’ONU e l’Unione Europea. Potete vedere qui il trailer!

Il progetto è valido e significativo e offre una testimonianza diretta e chiara sulle potenzialità del branding di essere strumento principe del nation building nel XXI secolo.

Luca Taddei

Annunci

Kosovo:branding per il nation building

flagkosovo

Il Kosovo è la nazione più giovane della vecchia Europa: la sua indipendenza è stata dichiarata il 17 Febbraio 2008 e ad oggi non è passato neanche un anno.

Di solito su Italian Branding ci occupiamo di campagne di comunicazione che le nazioni costruiscono per promuovere i propri territori come destinazioni turistiche, ma nel caso del Kosovo che fa branding ci troviamo di fronte a una strategia ben più ampia di quella legata alla promozione turistica.

Intanto la notizia molto interessante è proprio questa: il Kosovo ha deciso di lanciare una campagna di comunicazione per migliorare la propria immagine nel mondo e si è affidato a Saatchi e Saatchi, insomma a dei professionisti di tutto rispetto.

In passato, quando le aspirazioni nazionali dei Paesi venivano coronate dal successo politico, la parte del leone nella costruzione di una Nazione lo faceva il patriottismo che si rendeva tangibile nelle bandiere, negli inni, nelle parate, nell’architettura, nella letteratura. Adesso nel processo di nation building ci si può avvalere anche del contributo che la comunicazione può offrire attraverso le strategie di branding.

Vedremo come avranno deciso di affrontare la situazione particolare di questo nuovo Stato.

Luca Taddei